CORONA BOREALIS
Corona Boreale
Sigla
Genitivo latino
Ubicazione
Visibilità completa
Estensione
Classifica 
CrB
Coronae Borealis
Emisfero Nord
Da 90° Nord a 50° Sud
179 gradi q.
73
Cartografo Tolomeo Anno 140  Phaenomena StejanoV = Corona
Origine e significato del nome 
Teseo per uscire dal labirinto di Creta, ove aveva battuto il terribile Minotauro, venne aiutato da Arianna (figlia di Minosse) che gli diede un gomitolo di filo dorato da srotolare lungo il percorso dentro il labirinto, onde poter poi ritornare indietro. 
Il giovane Teseo riuscì nell’impresa e fuggì con la bella Arianna nell’isola di Nasso ove, dopo una breve storia di amore la piantò e da ciò deriva il termine "piantare in asso" (originariamente era "piantare in Nasso") .  
Dionisio mosso a compassione regalò ad Arianna una corona di gioielli e quando ella morì, egli prese questa corona e la pose in cielo.  
In passato venne chiamata "Corona di Arianna" e "Ghirlanda di Fiori";  Dante, nella Divina Commedia (Paradiso) la cita come "la Figliuola di Minoi" (Arianna era la figlia di Minosse).  
Gli aborigeni australiani vedono un "woomera" (boomerang) nella sua forma semicircolare e per i Persiani e gli Arabi era "Il vassoio derviscio"  
" La ciotola dell’elemosina". 
Informazioni astronomiche 
Bella costellazione a forma di corona, visibile tra Bootes e Hercules, a Nord di Serpens Caput. 
Nelle notti ai primi di Giugno, da latitudine 44° Nord a latitudine 50° Sud, è possibile vedere bene nel cielo sia Corona Borealis, sia Corona Australis. 
Riferimento Effemeridi Nautiche dell'Istituto Idrografico della Marina 
Appartiene a questa costellazione, 1 delle 66 stelle normalmente utilizzate per fare il punto nave :   
Nr.49 Alpha Coronae Borealis (Alphecca o Gemma).