Descrizione: D:\backup disco E\04_II_SESTANTE_SITO\ASTRONOMIA\costellazioni\costellazioni_finestra_automatica\costellazione_cetus\stelle\indietro.gif

β - Beta Delphini

Rotanev

Costellazione

DELPHINUS

Effemeridi Nautiche IIM

-

Transito ore 0 Merid. Sup.

31-Luglio

Catalogo FK6

-

Coascensione Retta

50░ 36,8'

Catalogo FL

6

Declinazione

            14░ 35,7' Nord

Catalogo HIP

101769

Magnitudine apparente

3,63

Catalogo SAO

106316

Magnitudine assoluta

1,25

Catalogo HR

7882

Distanza (anni luce)

97,4

Classificazione HR

F5IV

Parallasse

33,49

Metalli

-

LuminositÓ / LuminositÓ_Sole

26,2

Metalli

-

Indice B-V

0,44

Metalli

-

Temperatura

7150

Raggio / Raggio_Sole

3,4

Tipo stella

Subgigante

Massa / Massa_Sole

2,9

Attributi

-

Almagesto 

Australis earum quae sunt in antecedente latere quadrilateri rhomboidis =  
L’australe di quelle sono sul lato anteriore del quadrilatero a forma di rombo 

Nome proprio

Rotanev = Venator (letto a rovescio, diventa Rotanev 
Le due stelle del Delphinus, con magnitudine pi¨ elevata, comparvero per la prima volta, con nome proprio, nel Catalogo di Palermo nel 1814, Alpha Delphini col nome di Sualocin e Beta Delphini col nome di Rotanev.   
Questi due nomi letti a rovescio diventano Nicolaus Venator che Ŕ il nome latinizzato di Nicol˛ Cacciatore, assistente di Padre Giuseppe Piazzi, direttore dell'Osservatorio di Palermo.  
Cacciatore divenne Direttore dell’Osservatorio, quando Padre Piazzi and˛ all'Osservatorio di Napoli. 

Informazioni astronomiche

Visibile dal Polo Nord a 75░ di Latitudine Sud. 
Stella subgigante di colore bianco-giallo che osservata nel 1873 da Sherburne Wesley Burnham, si rivel˛ come una stella binaria, con le due componenti molto vicine e osservabili individualmente con potenti telescopi.