Descrizione: D:\backup disco E\04_II_SESTANTE_SITO\ASTRONOMIA\costellazioni\costellazioni_finestra_automatica\costellazione_cetus\stelle\indietro.gif

γ 1 - Gamma 1 Leonis

Algieba

Costellazione

LEO

Effemeridi Nautiche IIM

-

Transito ore 0 Merid. Sup.

26-Febbraio

Catalogo FK6

-

Coascensione Retta

205░ 00,4'

Catalogo FL

41

Declinazione

            19░ 50,5' Nord

Catalogo HIP

50583

Magnitudine apparente

2,61

Catalogo SAO

81298

Magnitudine assoluta

- 0,32

Catalogo HR

4057

Distanza (anni luce)

125,6

Classificazione HR

K1-IIIbFe-0,5

Parallasse

25,96

Metalli

Ferro +0,5

LuminositÓ / LuminositÓ_Sole

111,5

Metalli

-

Indice B-V

1,15

Metalli

-

Temperatura

4500

Raggio / Raggio_Sole

17,5

Tipo stella

Gigante normale

Massa / Massa_Sole

4,7

Attributi

-

Almagesto 

Sequens et media de tribus = La seguente e la centrale fra le tre

Nome proprio

Algieba : deriva dal nome arabo Al jahbah = La fronte  
Gli astronomi arabi avevano "creato" una grande costellazione del Leone e questa stella era sulla fronte, ma 
secondo l’attuale disegno della costellazione, questa stella Ú nella criniera 

Informazioni astronomiche

Visibile dal Polo Nord a 70░ di Latitudine Sud.
Sistema binario di due stelle giganti gialle, scoperto nel 1782 da William Herschel.  
Nel 1831, dall’Osservatorio di Dorpat (Estonia), l’astronomo Wilhelm von Struve, osserv˛ attentamente le due stelle, stabilendo che la secondaria, posta alla distanza di circa 4 ore luce, (come tra il Sole e Nettuno) compie un’orbita ellittica attorno alla primaria.